SciELO - Scientific Electronic Library Online

 
vol.22 issue42Construction of the identities of young people of immigrant origin in Europe: results from an European Project"Bolivians" in the "Argentinian school": representations of the children of Bolivian immigrants in an urban peripheral school author indexsubject indexarticles search
Home Pagealphabetic serial listing  

Services on Demand

Journal

Article

Indicators

Related links

Share


REMHU: Revista Interdisciplinar da Mobilidade Humana

Print version ISSN 1980-8585

Abstract

COLOMBO, Maddalena. I giovani migranti nelle scuole italiane: percorsi formativi, disuguaglianze, risorse. REMHU, Rev. Interdiscip. Mobil. Hum. [online]. 2014, vol.22, n.42, pp.159-170. ISSN 1980-8585.  https://doi.org/10.1590/S1980-85852014000100010.

Nel 2013 la presenza di minori stranieri in Italia ha raggiunto quote numeriche importanti, soprattutto per la presenza di seconde generazioni (44%). Famiglie e giovani stranieri puntano sull'istruzione anche a compensazione di diritti sociali che sentono negati (ius sanguinis); i livelli formativi degli immigrati stanno aumentando gradatamente, ma si segnalano alcune criticità: a) la persistenza di un gap negativo tra i risultati scolastici degli alunni di nazionalità italiana e straniera; b) in certi istituti la maggiore visibilità delle diverse provenienze etniche in alcune aree sembra provocare disagi nelle interazioni tra autoctoni e immigrati; c) in alcune sezioni scolastiche ad elevata incidenza di stranieri, la concentrazione di problematiche sociali mette in allarme la concezione anti-discriminatoria e liberale della scuola. Tuttavia anche in tali sezioni ci sono risorse educative che non vanno sottovalutate.

Keywords : scuola italiana; alunni con cittadinanza non italiana; seconde generazioni; disparità di trattamento; sociologia dell'educazione.

        · abstract in English     · text in Italian     · Italian ( pdf )

 

Creative Commons License All the contents of this journal, except where otherwise noted, is licensed under a Creative Commons Attribution License